giovedì 15 giugno 2017

Fiocco nascita. Come è nata l'usanza e perché

Arriva! Arriva un bimbo! Corriamo a comprare il fiocco nascita!
Non è forse vero che, la prima cosa (o una delle prime) che si fa quando si sa che sta per arrivare un nuovo nato, è scegliere il fiocco nascita?! 
Hai visitato sicuramente, almeno una volta nella vita, il reparto neonatale di un ospedale. Hai visto quanti ce ne sono? Hai provato anche tu una sensazione di gioia nel vederli tutti appesi lì,  di tutti i tipi, forme e colori e... dì la verità! hai letto tutti i nomi!
Oggi mettiamo un fiocco nascita in ospedale e/o sulla porta di casa per annunciare a tutti che è arrivato il nostro bambino/a ma lo sai perché esiste questa usanza? Ti sei mai chiesta dove, quando e perché è nata questa tradizione?
Te lo racconto io.

Come per la maggior parte delle tradizioni, questa nasce per motivi di superstizione. Il fiocco, infatti,  era un talismano, un simbolo di protezione. Veniva usato in antico Oriente per proteggere i bambini maschi (ritenuti più importanti e quindi aventi più diritto [ahimè aggiungerei] ad essere protetti). Era di colore blu perché il blu è il colore del cielo, dove risiedevano le divinità, coloro che proteggevano il genere umano e che disponevano del suo destino ed era un fiocco perché questo, essendo un nodo, ha il compito di legare tra di loro due estremità separate di conseguenza, con il fiocco blu, si cercava di stabilire una connessione tra il bambino e coloro che avevano il potere di proteggerlo. Anche in Egitto il nodo era un simbolo sovrannaturale perché rappresentava la dea Iside (da qui Nodo di Seth) e, portato al collo, attraeva la protezione di Iside, dea della magia ma anche della maternità e della fertilità.

Nei secoli, l'utilizzo della forma si è esteso da fiocco a coccarda fino ad arrivare alle forme più diverse dei giorni nostri: cicogna, mongolfiera, nuvola, ma anche solo il nome e nei materiali più disparati, come il feltro, la gomma crepla, il cotone, il lino, cartoncino... Al colore blu (e tutte le sue tonalità) si è aggiunto anche il rosa per le femminucce ma, i più particolari, hanno anche altri colori.

Il fiocco per la nascita del mio bimbo l'ho fatto io con tessuto di cotone color tortora stampato a cuori bianchi

La forma è proprio quella di un fiocco con tanto di codine, imbottito con imbottitura per cuscini e arricchito con piccoli oggetti di colore bianco e celeste



I decori sono cuoricini imbottiti, cuori in polistirolo rivestiti, cuori in legno dipinti, biberon di plastica con all'interno farfalline in legno, piccoli biberon in legno con mollettina, chiavi in ceramica.
A parte i biberon, che ho comprato così come sono, anche le decorazioni sono fatte a mano da me.
È stato un successo inaspettato! Amici e parenti mi hanno fatto tanti graditi complimenti. In ospedale è piaciuto così tanto che, grazie al passaparola di medici e ostetriche, venivano a vederlo tutte le mamme e i loro amici e parenti. Così ho avuto anche qualche richiesta e, con le personalizzazioni di ognuna, ne sono nati tanti altri!
Sono soddisfazioni, non trovi?!

Se vuoi qualche informazione anche tu, mandami una mail!

Tu che fiocco hai scelto per la nascita del tuo bambino/a? L'hai appeso solo alla porta di casa o l'hai portato anche in ospedale? 

Fammi sapere cosa ne pensi con un commento.
A presto! 
Valentina